L'Orso: un EP di remix e una lunga pausa

unnamed-4
All’inizio di quest’anno erano tornati con Un luogo sicuro
, il lavoro più ambizioso della discografia de L’orso, che ha permesso loro di calcare palchi celebri come quello dell’Alcatraz di Milano e dello Sziget di Budapest.

E visto che la festa va abbandonata finché c’è gente, la band ha deciso di fermarsi…per un po’. Non prima però di aver lasciato ai fan un motivo per continuare a festeggiare.
unnamed-5

Mattia Barro, voce e leader del gruppo, ha dato la notizia con queste parole:
“Non c’è modo migliore di finire, se non dando una festa. Chiama gli amici, aumenta il volume e i BPM, stappa qualche bottiglia. Un luogo sicuro REMIXES è questo. Dopo sei anni, quattro EP e tre dischi, L’orso si ferma per un tempo indefinito.

Questo ultimo EP è un lungo eco, una festa che non finirà. Fare una festa, chiamare gli amici, bere qualche bottiglia. Con L’orso è ciò che abbiamo fatto per sei anni, quattrocento date, tre dischi. Abbiamo messo tutto quello che potevamo, per questo – ora – è il momento corretto per fermarsi. Abbiamo lavorato sulla nostra strada con l’ambizione di migliorarci ed evolverci disco dopo disco, live dopo live. Zitti, a testa bassa. Ce l’abbiamo fatta, ed è l’unica cosa che conta. Realizzare un sogno è una fortuna per pochi, e noi siamo stati dei privilegiati. “Indefinite hiatus” è il termine migliore per dire cosa accadrà a partire dal 2017. Non ci saranno concerti di addio, non dipingeremo storie struggenti per far un’ultima foto. Vi lasciamo alla musica, l’unica cosa che ci è piaciuto fare in questi anni. Grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato in questo sogno. Sapete chi siete, sappiamo chi siete. Ci vediamo da qualche altra parte, con la musica in mano.
PS. Un abbraccio ai miei fratelli Francesco, Omar, Niccolò e Ian. Tra noi non finisce qua, ed è l’unica cosa che conta.
Love ya raptors.
Vostro, forever,
Mattia.”
Una pausa che ha però tutto il sapore dell’addio… Io comunque spero di risentirli presto.

#MUSICANUOVA: Leonard Cohen, You Want It Darker (Paul Kalkbrenner Remix)

you-want-it-darker-paul-kalkbrenner-remix-1500px
Paul Kalkbrenner
è senza dubbio uno degli artisti di maggior successo di tutta la scena techno mondiale: 7 album, oltre 200 mila copie con il solo singolo Sky And Sand in Germania, dove è rimasto in classifica per 121 settimane, distruggendo ogni record tedesco. Nel 2014 si è esibito alla Porta di Brandeburgo davanti a 500.000 persone per la celebrazione del 25° anniversario della caduta del Muro di Berlino. Quest’anno, invece, è stato il primo artista techno di sempre ad esibirsi nel MainStage dell mitico Tomorrowland.

Paul ha realizzato il remix di You Want It Darker, il primo singolo estratto dal nuovo album di Leonard Cohen.

Un ipnotico incontro di generazioni.

#MUSICANUOVA: Luana, Lampioni RMX

Se avete seguito il sito nei mesi scorsi, sapete che stiamo tenendo d’occhio Luana, giovane artista di Treviso, ma milanese d’adozione, che sta facendo parecchie cose interessanti nell’ambito dell’hip hop e della musica urban.

Dopo i singoli MTCPM e Scripta manent, l’ultimo brano su cui Luana ha lavorato è un remix di Lampioni di Giovane Feddini, giovane rapper di Padova che alcuni giorni fa ha dato il via al remix contest del pezzo.
Per il suo contributo, Luana ne ha riscritto – anzi, “vomitato” – le strofe, mettendo nei nuovi versi molto di sé e della sua vita.
Il risultato lo potete ascoltare qui sotto.