La storia della canzone dello spot Amazon Prime

amazon-prime-song-pferd
Vi sarà senz’altro capitato di imbattervi in quel delizioso spot di Amazon Prime in cui un povero pony viene allontanato dagli altri cavalli del recinto a causa della sua piccola statura, trovando conforto tra le braccia della padrona grazie a una speciale gattaiola che gli permette di entrare in casa.

E molto probabilmente vi sarà rimasta in testa la canzone che accompagna lo spot, con un’atmosfera danzereccia e vagamente malinconica un po’ greca e un po’ gitana.
Bene, si tratta di Little Man, brano inciso nel lontano 1966 dal duo Sony & Cher, ovvero Sony Bono e Cher (sì, proprio quella Cher). Tratta dal loro terzo album In Case You’re In Love, la canzone parla dell’infatuazione di un ragazzo per una donna più grande ed è diventata uno dei loro più grandi successi, raggiungendo i piani alti delle classifiche soprattutto in Europa.

In quegli anni andava molto di moda incidere i brani anche in più lingue, magari proponendoli ad artisti diversi, così che ognuno ne facesse una personale versione.
Nel caso di Little Man, la storia è davvero interessante e vede coinvolti personaggi a dir poco giganteschi. Oltre alla versione in inglese, della canzone esistono anche quella in francese e quella in italiano (quest’ultima su testo dell’onnipresente Mogol), rispettivamente intitolate Petit Homme e Piccolo ragazzo, e a tutte e tre Sonny e Cher hanno voluto mettere mano.
In Francia è stata nientemeno che Dalida a incidere la cover più celebre, mentre per l’Italia la versione di maggior successo è stata quella realizzata da un’altra signora della canzone, Milva, poi nuovamente ripresa anche da Dalida.


FKA twigs per la Nike: quando lo spot si fa arte

fka_twigs_group_photo_original
FKA twigs
è il direttore creativo di Do You Believe in More, nuova campagna di Nike Women per gli Spring Zonal Strength Tights.

Lo spot, la cui colonna sonora è Trust In Me, prima collaborazione tra l’artista inglese e Oneohtrix Point Never, vede al fianco di FKA 12 ballerini e artisti: “Quando Nike mi ha parlato di questo progetto, l’ho percepito fin da subito come un’opportunità per rendere i giovani consapevoli del fatto che possono diventare la migliore versione di se stessi. Ho messo insieme un cast di 12 atleti incredibili per far vedere che tutto dipende da ciò che tu fai vestito per l’allenamento. Dipende da come ti alleni. Dipende da come questi elementi aiutano il tuo movimento. Grazie alla danza e ad altre attività di fitness ho conosciuto dei giovani che si allenano davvero tanto e che prestano grande attenzione al proprio fisico. Per me loro rappresentano il movimento moderno che io definisco come l’esplorazione senza confini di ogni genere di sport”.
E riguardo al messaggio lanciato dallo spot, FKA twigs specifica: “Do you believe in more? fa riferimento a una ragazza che è cresciuta sembrando completamente diversa da tutti quelli che le stavano intorno, che voleva fare delle cose che nessun altro voleva fare, in una piccola città. Non è cresciuta con un sacco di soldi, ma era molto determinata e aveva enormi speranze. Questa ragazza ero io: volevo fare qualcosa di più della mia vita. Volevo fare tutto”.