“Blinding Lights”, ovvero gli anni ’80 secondo The Weeknd


Schiacci play e tutto un tratto ti ritrovi catapultato nella più scintillante discoteca anni ’80, con i synth vintage che la fanno da padroni dalla primissima all’ultima nota, una possente linea di basso e i BPM che si rincorrono a ruota libera. Chiamatelo elettropop, synthpop, electrowave… in una parola, è una meraviglia!
Succede con Blinding Lights, singolo che – insieme a Heartless – anticipa il nuovo lavoro lavoro di The Weeknd. Il brano è stato utilizzato anche come colonna sonora della compagna pubblicitaria della Mercedes-Benz, di cui l’artista si è occupato personalmente in veste di direttore creativo.

“Nudi sul parquet”, Tacoma canta l’intimità ai tempi dei social


Nudi sul Parquet è una canzone scritta sul pavimento, alla luce del neon, circondato da sintetizzatori ed effetti vari. Una canzone pop con arrangiamenti sperimentali e sound d’ispirazione internazionale. Nella strofa si riflette la parte più contemplativa, un’analisi sulla comunicazione moderna, sempre più veloce ma sempre più priva di veri significati. Nel ritornello arriva la speranza, lo stare insieme, costruire un nido per condividere emozioni e passioni essenziali per la nostra esistenza”.

Il brano allude alle tecnologie e alle modalità che usiamo quotidianamente per comunicare, e che rappresentano oggi il punto di contatto più ricorrente in ambito relazionale, rendendo tutto tanto più pratico quanto più indiretto e superficiale. Nonostante ciò, quello di TACØMA, per quanto potrebbe apparire come un brano triste, lascia spazio a una dimensione intima, che crea un divario fra due persone che vogliono stare assieme e il resto del mondo.

Gabriele Centelli, in arte TACØMA, è un compositore e autore livornese, attivo dal 2013 nel mercato discografico indipendente con i Platonick Dive, con cui ha pubblicato tre album e suonato dal vivo tra Italia, Europa e Stati Uniti.
I suoi testi e la sua musica uniscono il cantautorato e il sound urbano contemporaneo con un approccio pop-elettronico.
Il suo primo singolo, Ossigeno, pubblicato lo scorso 31 maggio, è stato seguito da Stai Bene Così e Mai In Orario.

SONIKKU annuncia il nuovo album tra estetica queer e manifesti da dancefloor


SONIKKU
annuncia l’uscita del loro nuovo LP Joyful Death, in uscita il 17 aprile tramite Bella Union. Oggi l’artista rivela il video del primo singolo dell’album Remember to Forget Me, uno spettacolo di lacrime sulla pista da ballo co-scritto con l’amico e collega artista Douglas Dare, e con la voce di Chester Lockhart.

Remember to Forget Me è la canzone più personale del disco”, spiega l’artista. “Douglas mi ha aiutato a scriverlo trattando la sessione di scrittura come una sessione di terapia. Ho mostrato la canzone a Chester e l’abbiamo registrata a Los Angeles con l’aiuto di HANA. La canzone è dedicata chi viene colpito da una leggera pazzia quando è innamorato. Il ritornello è un ossimoro che ricorda a qualcuno che dovrebbe dimenticarti – che di per sé è completamente narcisistico e qualcosa che solo qualcuno sull’orlo del crepacuore direbbe”.

Il video, realizzato con il collettivo di queer dance londinese Pierre & Baby, esplora i problemi all’interno della comunità queer, l’ipercessualizzazione del fisico maschile, la dipendenza, gli effetti che la tecnologia ha sul nostro benessere mentale e il gioco di potere della dipendenza e intimità nei rapporti.

“Adoro le canzoni che ti fanno venire voglia di piangere e ballare allo stesso tempo”, afferma SONIKKU.
Quel senso di liberazione e liberazione senza limiti guida il suo nuovo album, Joyful Death. Un ibrido fluido di vibrante italo-house e synth-pop liquido: un album che segna l’emergere di SONIKKU. “Questo album sembra una trasformazione nel senso che sto creando la musica che ho sempre desiderato fare. Un disco pop pienamente realizzato e coerente che mette in mostra la mia arte come cantautore e produttore”.

“Visivamente, il mio concetto è una mutata interpretazione futuristica dell’estetica degli anni ’80. Mi è venuta questa idea quando ho visto un’immagine di Alien che falsificava un’iconica posa di Grace Jones. Questo tema è presente nella mia copertina dell’album: appaio come un body builder vestito di lattice con muscoli anatomicamente esagerati. Riprenderò questa estetica nel video di Sweat, che mostrerà LIZ mutare in una pulsante macchia di sudore mentre esegue la canzone in un distopico stabilimento balneare ispirato a Blade Runner. ”

Questa la tracklist:
1. Let The Light In (feat. Douglas Dare)
2. WKND (feat LIZ)
3. Don’t Wanna dance With You (feat Aisha Zoe)
4. Sweat (feat LIZ)
5. X Hopeless Romantic (Feat Little Boots)
6. Remember To Forget Me (feat Chester Lockhart)
7. Joyful Death (feat Tyler Mather Oyer)
8. Remember 2 Forget Me (Piano Version) (feat Douglas Dare)

Il controllo totale della sua arte SONIKKU la mostra fin dall’inizio in Let the Light In, in cui le influenze della disco e dei Pet Shop Boys si fondono sotto la voce di Douglas Dare. Il ritmo accelera in WKND, un brano al punto di convergenza tra Madonna, Daft Punk e Indeep con il featuring del losangelino LIZ. L’intento indipendente di SONIKKU è fermamente affermato nel film ispirato al freestyle Don’t Wanna dance With You, a cui partecipa Aisha Zoe.
LIZ ritorna in Sweat, un vero e proprio manifesto di devozione al dancefloor. In X Hopeless Romantic si fanno invece sentire le influenza malinconiche di Robyn.
I sintetizzatori segnalano un cambiamento di ritmo nella linea quasi elettro-darkwave di Remember to Forget Me. Il performer Tyler Matthew Oyer prende la voce per la title-track ispirata alla italo-disco, un manifesto dell’album che trova ispirazione nel concetto di “corpo senza organi” espresso negli anni ’80 dal filosofo francese Gilles Deleuze, e dall’anime The End of Evangelion.
Chiude l’album una ripresa dolorosamente spogliata di Remember to Forget Me.

Dopo essersi trasferito da Derby a Londra all’età di 18 anni, Tony Donson – vero nome di SONIKKU – ha fatto esperienza come stagista in MTV, Dazed & Confused, SHOWstudio, per poi dedicarsi all’attività di DJ tra Londra, Tokyo, Parigi e Berlino. Sebbene continui a fare regolarmente DJ al LGBTQ di Adonis del Tottenham, ha in mente ambizioni extra: “Adoro il DJ ma non vedo l’ora di sviluppare uno spettacolo dal vivo”.

“Non ho mai avuto alcuna formazione musicale, non so nemmeno leggere la musica, ma ho iniziato a produrre sul mio laptop quando avevo 14 anni, ricreando i suoni usati da Madonna. Voglio essere in grado di mostrare ai bambini che non provengono da un ricco background o che non possono permettersi lezioni di musica che è comunque possibile seguire la musica”.

BITS-RECE: Inude, “Clara Tesla”. Quando l’elettronica si fa poesia

BITS-RECE: radiografia emozionale di un disco in una manciata di bit.

 

Metabolizzare l’elettronica per trasformarla in poesia. Sembra essere questo l’obiettivo di Clara Tesla, primo album degli Inude.
Dopo la pubblicazione dell’EP Love Is In the Eyes Of the Animals nel 2016, per il trio pugliese arriva ora il momento del grande esordio: il risultato è condensato in nove tracce sospese in un’atmosfera sintetica dai colori candidi e luminosi.
Un’elettronica che si muove lenta, a passo appena accennato, quasi senza voler fare troppo rumore, ma accarezzando le corde dell’anima a chi porge l’orecchio. Clara Tesla è il suono che hanno i bei sogni, il suono delle primi luci di un mattino d’inverno, è il suono di una visione così dolce da arrivare a sfiorare la malinconia,

La poesia di Clara Tesla trova il naturale completamento nei videoclip dei singoli, diretti da Acquasintetica. Una delicata delizia.

“4ÆM”, il nuovo singolo Grimes tra musica e videogioco


Per presentare il suo nuovo singolo 4ÆM, Grimes ha scelto il mondo virtuale dei videogiochi.
Lo scorso 12 dicembre la visionaria artista canadese ha infatti eseguito dal vivo il brano durante la cerimonia dei The Game Awards, con un’esibizione in cui faceva da sfondo l’ambientazione di  Cyberpunk 2077, il videogioco d’azione e avventura di CD PROJEKT RED disponibile dal 16 aprile in cui Grimes presta la voce al personaggio di LIzzy Wizzy.

4ÆM fa parte di Miss Anthropocene, l’atteso nuovo album in uscita il 21 febbraio e già disponibile in pre-order.

Cyberpunk 2077 è ambientato nella città più pericolosa del futuro, dove il protagonista V, un cyber-mercenario fuorilegge, insegue la chiave per l’immortalità.
Il giocatore ha la possibilità di personalizzare strumenti e abilità, esplorando una gigantesca città del futuro in cui tutti sono ossessionati dal potere, dalla moda e dalle modificazioni del corpo.

“Ho pianto in discoteca”, le lacrime stroboscopiche di Sem & Stènn e CRLN


Cosa succederebbe se Sem&Stènn incontrassero CRLN sotto le luci stroboscopiche di un dancefloor in una serata di lacrime?
Per farsene un’idea basta ascoltare Ho pianto in discoteca, il brano nato dalla collaborazione tra lo scintilloso duo elettropop e la cantautrice marchigiana.
Un punto d’incontro trascinante e passionale per i tre artisti che hanno in comune anche l’aver subito episodi di discriminazione durante due delle loro esibizioni nel 2018: CRLN all’Indiegeno Fest (ME) prima del live di Gemitaiz, Sem&Stènn al Wired Next Fest di Milano.

Se vi siete mai ritrovati a versare lacrime sulla pista da ballo, sappiate che non siete stati gli unici…

“Esco nuda”, l’etereo ritorno di Cecilia Quadrenni


Esco nuda è un brano che rimanda ad un universo onirico, un sogno ricorrente dove la nudità rappresenta il bisogno di mostrare la propria essenza. Ho immaginato che nella confusione di una stanza, tra desideri, veli e la paura di essere fuori posto, emerga il coraggio di essere se stessi. Perché la vita è un’avventura che vale la pena affrontare senza compromessi”.

Sospeso tra un canto etereo ed elettronica, il nuovo singolo di Cecilia Quadrenni è una limpida e gentile rivendicazione del bisogno e del diritto di mostrarsi senza sovrastrutture, sfidando giudizi e sguardi del mondo esterno.

“Dreamland”: i Pet Shop Boys tornano con Years & Years. Produce ancora Stuart Price


Tornano i Pet Shop Boys , e questa volta non sono soli.
Dreamland, nuovo singolo del duo britannico, è infatti una collaborazione con Years & Years.
Il brano è stato scritto a Londra da Chris Lowe e Neil Tennant con Olly Alexander, che duetta con Neil, ed è stato prodotto da Stuart Price agli Hansa Studios di Berlino e al The Record Plant di Los Angeles.
Si tratta del primo assaggio di musica dei Pet Shop Boys dall’EP Agenda, pubblicato a febbraio, ed è la prima traccia ad essere tratta dal loro imminente nuovo album in studio, in uscita a gennaio 2020, terza parte di una trilogia prodotta da Stuart Price che iniziò con Electric nel 2013, e proseguì con Super nel 2016

Il duo ha annunciato sette spettacoli nel Regno Unito per aprire il loro Dreamworld: The Greatest Hits Live – tra maggio e giugno 2020. Partendo il 28 maggio alla O2 di Londra, il tour vedrà i PSB esibirsi nelle arene del paese, arrivando il 6 giugno alla SSE Hydro di Glasgow.

“è proprio una cattiveria”: malinconia e trap nel nuovo EP di testacoda


è proprio una cattiveria
è il titolo del secondo EP di testacoda, seguito alla pubblicazione dell’esordio di Morire va di moda lo scorso 25 gennaio.

Testi malinconici, cupi, vicino a un mood quasi emo, talvolta espliciti, si accompagnano a un’estetica sonora decisamente più colorata, fatta di elettronica e trap. Se l’immaginario evocato è composto principalmente di spiriti, tagli, assenze e paure, il tappeto sonoro è caratterizzato da ritmiche e suoni che creano un’atmosfera inaspettatamente più accogliente rispetto a quello che ci si aspetterebbe, invitando l’ascoltatore a farsi più vicino creando immediatamente empatia.

“Non riesco a capacitarmi del tuo modo di gestire le cose.
Voglio dire, non pensavo fossi capace di questo, forse l’amore mi ha reso cieco o forse l’amore non c’è nemmeno mai stato.
Adesso non lamentarti che ci ho uccisi, perché se fai la stronza ti devi aspettare delle cattiverie e questa è la più grande di tutte.
Ho fatto un’EP… sì, ne ho fatto un altro, e mi sono pure tagliato i capelli sai?
Non è male, gli altri dicono che spacca sul serio questo, piacerebbe anche a te ne sono sicuro.
Parla di amore, parla di me e parla di noi.
Va beh, io vado che ho finito le parole, spero tu stia bene e risponda presto, ciao!”

Lorenzo, in arte testacoda, è un cantautore classe 1994 originario di Como e di base a Milano.