Blackout a Manhattan: interrotto il concerto di Jennifer Lopez al Madison Square Garden


E’ stato un brutto sabato sera quello vissuto dalla città di New York il 13 luglio.
Proprio nel giorno in cui il tramonto del sole offriva lo spettacolo del Manhattanhenge, ovvero l’allineamento del sole con le strade tra i grattacieli di Midtown e le strade di Manhattan erano perciò più affollate del solito, un blackout ha paralizzato gran parte dell’isola di New York, mandando in tilt i servizi pubblici (tra cui gran parte della rete della metropolitana) e lasciando al buio Times Square, l’Empire State Building e Central Park.
Tante le persone che sono rimaste bloccate all’interno dei vagoni della metropolitana e negli ascensori e numerosi gli interventi dei vigili del fuoco che si sono resi necessari.

Stando alle notizie ufficiali, la causa del blackout, che ha causato disagi a più di 70 mila persone nelle abitazioni e nelle aziende, sarebbe stato l’incendio di una centralina in una centrale della ConEdison.

Disagi nei teatri di Broadway, al Lincoln Center e al Madison Square Garden, dove era in programma un concerto di Jennifer Lopez: pochi istanti dopo l’inizio infatti, le luci all’interno della sala si sono spente, l’evento è stato annullato e il pubblico evacuato. La stessa Lopez ha pubblicato un video dai camerini spiegando quello che stava succedendo e dicendosi molto dispiaciuta per l’accaduto.
Alcune ore dopo è stata di nuovo la cantante ad annunciare che il concerto verrà recuperato nella serata di lunedì.

“Fornication”: Fabio Cinti “adatta” nuovamente Battiato


L’idea di rimettere mano a L’ombrello e la macchina da cucire di Battiato girava in testa a Fabio Cinti già da un po’, addirittura da prima che prendesse forma l'”adattamento gentile” di La voce del padrone, progetto che ha visto la luce lo scorso anno ed è valso al cantautore il conferimento della targa Tenco per il miglior interprete.

Ma il pungolo di “adattare” anche quell’altra opera del maestro Battiato, con i testi che portavano per la prima volta la firma del filosofo Manlio Sgalambro, non gli deve mai essere uscito di mente, al punto che con un post su Facebook ha annunciato la realizzazione di alcuni brani, di cui uno già reso disponibile online: si tratta di Fornication, versione in inglese e adattata di Fornicazione.
Nello stesso post, Cinti ha anche annunciato di aver completato il suo nuovo album di inediti.

“Space Oddity”: anche Barbie festeggia il 50esimo anniversario del brano di David Bowie


Questo mese segna il cinquantesimo anniversario di due eventi cosmici che hanno plasmato il corso della storia: la pubblicazione di Space Oddity di David Bowie, originariamente pubblicato l’11 luglio 1969, e il primo sbarco sulla Luna, avvenuto pochi giorni dopo, il 20 luglio.

Per festeggiare questi eventi Parlophone ha lanciato il progetto Space Oddity x Unlock The Moon Experience.
Il sito web (www.spaceoddity50.com) permette a tutti gli utenti di puntare la fotocamera del cellulare alla Luna e, una volta perfettamente allineata, sbloccare il nuovo mix 2019 di Space Oddity di Tony Visconti.

Il nuovo video di Space Oddity sarà proiettato in anteprima il 20 luglio durante Apollo 11: A 50th Anniversary Celebration—One Small Step, One Giant Leap, un tributo di una sola notte all’allunaggio del 1969 da parte della National Symphony Orchestra (NSO), in collaborazione con la NASA al Kennedy Center Concert Hall.

La nuova versione del brano è stata inoltre pubblicata il 12 luglio in un doppio singolo 7”: nel vinile è presente la versione mono originale, il lato B originale Wild Eyed Boy From Freecloud e una nuova versione di quest’ultima, sempre realizzata da Tony Visconti.

Ma non è tutto: anche Mattel, storica azienda produttrice dell’iconica Barbie, ha voluto rendere omaggio a David Bowie e a Space Oddity con una nuova bambola con il make up, l’acconciatura e l’abito di Ziggy Stardust, il leggendario alter-ego “alieno” creato da Bowie. La nuova Barbie, in edizione speciale limitata, è disponibile sul sito della Mattel per un costo di 50 dollari.

Paul Jordan

Marco Mengoni: sold out e nuove date per il tour autunnale. Il 14 luglio al via il Fuori Atlantico Tour


A quattro mesi dal ritorno in autunno di Atlantico Tour nei palazzetti di tutta Italia e in Europa, sono già sold out le date di Milano (9 novembre), Conegliano (14 novembre) e Acireale (28 novembre) e, ad accogliere il numeroso pubblico delle tre città, sono stati aggiunti nuovi appuntamenti al fittissimo calendario: Milano (10 novembre), Conegliano (15 novembre) e Acireale (29 novembre).

Manca invece pochissimo a Fuori Atlantico Tour_Attraversa la bellezza, l’attesissimo viaggio estivo di Marco che debutta il 14 luglio dal Labirinto della Masone di Fontanellato (Parma). Una serie di speciali appuntamenti live alla scoperta della natura e delle bellezze italiane a emissioni zero, grazie al lavoro svolto con Green Nation e AzzeroCO2. Un’esperienza incredibilmente immersiva per tutto il pubblico che potrà apprezzare il vero spettacolo della natura che si fonde con la musica in pieno rispetto nell’ambiente, tema che sta da sempre a cuore a Marco, testimonial italiano della campagna Planet or Plastic?, che ha recentemente lanciato la challenge #estatesenzaplastica per incentivare e diffondere comportamenti virtuosi, sia tra i suoi follower che tra i colleghi del mondo dello spettacolo.
Il nuovo viaggio in 5 location inedite simbolo della conservazione artistica e culturale del nostro Paese finirà con uno spettacolo indimenticabile per RisorgiMarche, il 30 luglio in Località Fontanelle tra Amandola, Bolognola e Sarnano (FM e MC).

I biglietti per le nuove date del tour sono in vendita su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti punti vendita autorizzati.

“Mi serve”: un manifesto della generazione digitale per l’esordio di Cara


“Siamo nativi tecnologici. Siamo nati tra smartphone, tablet e schermi al plasma, ma abbiamo scoperto le istruzioni d’uso senza che nessuno ce le insegnasse. Abbiamo fatto i puzzle sui cellulari dei nostri papà e abbiamo pronunciato le prime parole davanti a uno smartphone per farci sentire dalle nostre nonne. Un parco giochi dentro la testa, ci (mi) serve.”

Anna Cacopardo, in arte Cara, 20 anni, di Milano, vive a Crema. Si è avvicinata alla musica da bambina frequentando la scuola musicale Consorzio Concorde di Crema, nella sezione canto. Appassionata del cantautorato italiano (ascolta artisti come Lucio Dalla e Fabrizio De André) e del pop internazionale (soprattutto Michael Jackson a Beyoncé) inizia il suo percorso musicale con esibizioni live in sessione acustica, proponendo anche brani inediti da lei scritti.
Nel 2017 ha partecipato al Tour Music Fest di Mogol, arrivando in semifinale a Roma e, con un suo brano inedito, al concorso di Area Sanremo tour 2017, arrivando in finale. Dopo essersi iscritta all’Accademia di Musica NAM di Milano, al corso di Canto Moderno, ha iniziato da qualche anno un percorso musicale proprio, componendo sia testi che musica.

Mi Serve è il suo primo singolo, che esce per Universal con la produzione di Davide Simonetta.

“Amo”, la nuova canzone-ossimoro di Federico Secondomè

Amo è una canzone in cui non dico nemmeno una volta “amo” e nella quale viene ripetuta ostinatamente la parola “male”. È una canzone ossimoro, felice ma triste, concetto che ho cercato di rappresentare anche visivamente nel video-clip. È un inno al piacere che l’esperienza terrena genera, se ascoltata attentamente, nel bene e nel male”.
Così Federico Secondomè parla del suo nuovo singolo.

Il brano prosegue il percorso artistico del giovane cantautore e produttore veronese, alla ricerca di sonorità e modi diversi di esprimere la musica. Ogni sua canzone parte da un’esperienza personale, mentre i testi tratteggiano scenari e vicende della vita quotidiana con un pop solare, ma venato di malinconia.

Dopo 10 anni di studi accademici in violino e performance live tra Italia e Austria, Federico lascia la sua carriera classica per perseguire la produzione musicale. Nel 2014 ha aperto il suo studio dove ha trascorso i seguenti tre anni sviluppando il proprio suono unico e raro e lavorando con artisti e produttori come Merk &Kremont, SDJM, Mazay…
Di recente ha collaborato con la webstar Greta Menchi come autore e co-produttore del suo ultimo singolo Fuori di me.

NOE, dal contest di AW LAB al singolo di debutto prodotto da Big Fish


Non è da tutti avere il singolo di debutto prodotto da un colosso garantito dell’urban italiano come Big Fish e pubblicato da Sony Music.
Ma a Noemi Cappello, in arte solo NOE, è successo davvero grazie alla vittoria del contest AW LAB IS ME Music Edition. La canzone si intitola Incancellabile ed è stata realizzata in featuring con il giovane rapper Jeik e la collaborazione dei producer Exynos.

“Due artisti si immedesimano in una storia divisa tra il loro amore e i loro sogni. Ci sono scelte che potrebbero dividere le loro strade. Si racconta la speranza di qualcosa che è difficile da dimenticare , un continuo ed altalenante scontro d’amore. Un ricordo che resta incancellabile.”

NOE nasce l’8 settembre 1999 sul Lago Maggiore, dove vive e lavora. Grazie al contest AW LAB IS ME Music Edition ha avuto l’occasione di far vedere quello che sapeva fare con la musica, convincendo giurati come Big Fish, Jake La Furia, Anastasio e Chadia Rodriguez.

Incancellabile è disponibile sulle principali piattaforme digitali; il videoclip prodotto da Go Lab Agency. Il brano sarà anche on air in tutto il network di store AW LAB.

Nuti e Guerritore al Teatro Antico di Taormina per i rifugiati. Ospite Carmen Consoli


La musica, con le potenti parole della più grande poetessa del secolo scorso, promuove i valori della solidarietà, dell’accoglienza e della convivenza pacifica per dare sostegno e protezione ai rifugiati che si trovano nei centri di detenzione in Libia.
Con questo spirito il CIR – Consiglio Italiano per i Rifugiati – ha scelto di dedicare ad Alda Merini un concerto speciale in programma per la Fondazione Taormina Arte Sicilia nel meraviglioso scenario del Teatro Antico di Taormina il prossimo 10 agosto, organizzato per raccogliere fondi da destinare al Programma Guardiamo Oltre le Frontiere.
Da sempre sensibile alle cause umanitarie e impegnata a combattere le ingiustizie, testimonial e madrina di tante campagne e iniziative di beneficenza, Monica Guerritore, con Giovanni Nuti, sarà la protagonista di una serata che farà della solidarietà la propria bandiera con lo spettacolo … Mentre rubavo la vita. Un concerto esclusivo in cui i due artisti cantano, accompagnati da una band di quattro elementi, gli appassionati, dolorosi e ironici versi della grande Poetessa.
Ad arricchire la serata un’ospite d’eccezione, Carmen Consoli.

“Nessuna donna resta indifferente davanti alla forza, all’energia libera, vitale, colorata, sensuale di Alda Merini – dice Monica Guerritore –. La musica di Nuti rende travolgenti i suoi testi. Io stessa ne rimango stupita. Al pubblico piacerà enormemente: ballerà, riderà e piangerà insieme a noi!”.

La serata si svolgerà sospesa tra cielo e mare, nella bellezza senza tempo del Teatro Antico, una bellissima “terrazza” proiettata sul quel Mar Mediterraneo nel quale troppe persone in fuga continuano a perdere la vita cercando migliori condizioni di vita. Il concerto vuole infatti accendere i riflettori su uno dei temi più attuali e tragici degli ultimi tempi.

Il CIR, come ha dichiarato il suo presidente Roberto Zaccaria, “vuole fornire con questo programma non solo assistenza alle persone più deboli che vivono in Libia, ma soprattutto protezione ai rifugiati che si trovano nel paese, anche all’interno dei centri di detenzione, affinché sia garantita la tutela dei diritti umani e affinché i soggetti più vulnerabili siano identificati, portati all’esterno e avviati ai corridoi umanitari verso l’Europa”.

Obiettivo principale della serata sarà, attraverso il linguaggio universale della musica e la popolarità di una delle artiste più amate in Italia, risvegliare e sensibilizzare di fronte a una questione di civiltà che riguarda tutti, sfruttando le potenzialità di un programma che, dal 2018 al 2020, si propone di rispondere concretamente e con tempestività ai bisogni primari di persone in grave emergenza.

Con questo concerto il CIR aspira ad assistere 400 rifugiati.

I biglietti sono disponibili online a questo link.

Testi delle canzoni: Alda Merini
Musiche: Giovanni Nuti
Testo e drammaturgia: Monica Guerritore
Video (a cura di): Lucilla Mininno
Regia: Mimma Nocelli

Musicisti:
José Orlando Luciano – pianoforte e tastiere
Tommaso Lega – chitarra
Simone Rossetti Bazzaro – violino
Emiliano Oreste Cava – percussioni e batteria

Marco Mengoni: un red carpet… da leone a Los Angeles


E’ ufficiale, Marco Mengoni sarà la voce di Simba adulto nella versione italiana del Re Leone, il nuovo flive action targato Disney in uscita nelle sale il prossimo 21 agosto.
Il 9 luglio il cantante, reduce dalla trionfale tournée dell’Atlantico Live, è stato invitato alla premiere mondiale del film a Los Angeles, sfilando sullo stesso red carpet di Beyoncé (che dà la voce a Nala adulta nella versione inglese), Donald Glover (Simba adulto), il regista Jon Favreau e gli altri membri del cast americano.

Nel Marco interpreta anche L’amore è nell’aria stasera, versione italiana del brano di Elton John Can You Feel The Love Tonight.

Photo by Alberto E. Rodriguez/Getty Images for Disney

Intanto il 14 luglio, Mengoni partirà per il Fuori Atlantico Tour, una serie di speciali appuntamenti live alla scoperta della natura e delle bellezze italiane nel completo rispetto dell’ambiente. L’ennesimo riconoscimento, nell’anno in cui festeggia i 10 anni di carriera con 50 dischi di platino, dopo il successo dell’album doppio platino e un tour sold out in Italia ed Europa con oltre 200mila biglietti venduti.