Tutto passa, tutto resta. Come nel nuovo album dei Subsonica

Subsonica_Phcredits Chiara Mirelli 2
«Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi», si legge nelle pagine de Il Gattopardo, intramontato capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
Lì si parlava di Sicilia, di Risorgimento, di ‘800. In questo caso prendo a prestito il riferimento letterario per parlare di Torino, di musica, di 2018.

Tutto cambi, perché tutto resti immutato. Tutto passa, e quindi tutto resta. Corsi e ricorsi della storia. La teoria dell’eterno ritorno.
Mettetela come volete, il concetto è il medesimo ed è chiaro: quel che era potrebbe tornare. Anzi, sicuramente tornerà. Lo sanno bene i Subsonica, che hanno applicato questo principio al loro nuovo album, l’ottavo in carriera, 8.
Da buoni torinesi, hanno portato avanti la tradizione esoterica su cui si fonda la loro città, ed ecco che il titolo del disco acquista anche un significato filosofico: 8 come il simbolo dell’infinito, di ciò che non passa mai davvero.
image
Dopo un lungo periodo passato ognuno in progetti paralleli o solisti, avrebbero potuto cavarsela con un Greatest Hits di pezzi riarrangiati, per poi raccontare con un’aria annoiata e compiaciuta che per loro erano come dei veri inediti, una pratica molto in voga tra i loro colleghi. Invece, hanno fatto un album di 11 veri pezzi nuovi, in cui è però possibile ripassare sui sentieri sonori battuti in questi vent’anni e più di attività. Da quando, cioè, nel 1997 si sono affacciati sul panorama musicale italiano, per poi affermarsi come una delle grandi realtà del rock elettronico. 
Ma ai retaggi del passato, Samuel, Boosta, Max, Vicio e Ninja hanno aggiunto anche una spinta che dal presente li proietta verso il futuro, il moderno, verso soluzioni non ancora esplorate fino a oggi.
Ecco allora che in 8 si ritrova il fermento degli anni ’90 in episodi come Punto critico o La Fenice, ci sono baldanzosi inserti di groove elettrico, già proposto per esempio nel singolo Bottiglie rotte, e ci sono le sperimentazioni eclettiche, come nei beat afro e nei bassi ossessivi di Nuove radici, dedicata a quei giovani che scelgono di tornare alla terra.  
E poi c’è la poesia, quel lirismo delle parola e dei suoni che i Subsonica non hanno mai davvero abbandonato, ma che hanno manifestato con particolare evidenza solo in certe situazioni: qui lo fanno con le punteggiature sintetiche di L’incredibile performance di un uomo morto e soprattutto con Le onde, il delicato e ispirato omaggio al produttore Carlo Ubaldo Rossi, scomparso in un incidente nel 2015.

Seppur forse lontani dal riproporre pezzi destinati alla memoria come Tutti i miei sbagli o Nuvole rapide, i Subsonica dimostrano che la loro formula alchemica funziona ancora: il tempo l’ha cambiata, ma il suo DNA non si è troppo alterato.
E’ cambiato tutto, ma i Subsonica sono ancora qua. 

Subsonica: il nuovo album è in pre-order

O47A3973

8 è l’ottavo album di una band che, pur continuando a evolvere nel proprio approccio alla musica e senza mai smettere di sperimentare, è riuscita a interessare un pubblico sempre più ampio. 

8 è la stilizzazione del tempo che gira su se stesso, è la rappresentazione dell’infinito, è l’occasione per ridefinire un punto di partenza dopo le pause individuali, ricominciando da dove tutto è iniziato. Ma è anche e soprattutto un album di riflessione attenta sul tempo presente.

8 è disponibile, in pre-save su Spotify e pre-order su iTunes.
Il nuovo album dei Subsonica uscirà in fisico e digitale venerdì 12 ottobre 2018.
Per tutti i terrestri che pre-salveranno o pre-ordineranno il disco, ci sarà la possibilità di ricevere in anteprima esclusiva “Punto Critico”, il brano che preannuncia perfettamente un album nel quale i Subsonica rileggono il proprio passato, con gli occhi di oggi. Facendo crescere la voglia di live.

La band torinese sarà inoltre protagonista dal 4 al 19 dicembre di “European reBoot2018” sui palchi di 9 cittàAmsterdamLondra(dove hanno recentemente lavorato al disco con l’ingegnere del suono Marta Salogni, astro nascente, già engineer dell’ultimo album di Björk), DublinoZurigoParigiBruxellesColoniaBerlino,Monaco.
Seguirà quindi l’“8 Tour”, la tournée italiana nei palazzetti che toccherà 8 città lungo tutta la penisola: Ancona, Bologna, Padova, Torino, Genova, Milano, Roma e Firenze

Tracklist:
1. Jolly Roger    

2. L’incubo feat. Willie Peyote 
3. Punto critico    
4. Fenice    
5. Respirare    
6. Bottiglie rotte    
7. Le onde    
8. L’incredibile performance di un uomo morto    
9. Nuove radici    
10. Cieli in fiamme    
11. La bontà

Dopo il singolo Bottiglie rotte, i Subsonica annunciano il nuovo tour

subsonica_10
Videomapping a tema 8, proiezioni artistiche, e un minilive: così i Subsonica in collegamento dalla loro sala prove torinese con i Navigli di Milano hanno annunciato, fra il grande entusiasmo del pubblico, l’attesissimo 8 Tour, il tour italiano organizzato da Vertigo, che li vedrà protagonisti nei palazzetti di otto città italiane a partire da sabato 9 febbraio 2019 ad Ancona, Bologna, Padova, Torino, Genova, Milano, Roma e Firenze.

Durante la serata, presentata dal dj Lele Sacchi, la band ha interagito con il pubblico di Milano e con le persone collegate da casa, ricordando le news dei prossimi mesi quali le date dell’European reBoot2018, la tournée europea che, dal 4 al 19 dicembre, toccherà Amsterdam, Londra, Dublino, Zurigo, Parigi, Bruxelles, Colonia, Berlino e Monaco.

Grande sorpresa è stata la presentazione in anteprima assoluta del videoclip (in uscita lunedì 10 settembre) realizzato dal visionario Donato ‘milkyeyes’ Sansone, di Bottiglie Rotte, il singolo inedito dei Subsonica disponibile in radio e in digitale.
“Raccontiamo come sempre quello che vediamo, senza filtri o giudizi morali. Guardandoci intorno con l’ambizione di coinvolgere tutti, il più possibile, nella ‘lettura’ delle cose del nostro tempo. Anche e soprattutto ballando”.

Quando Andy Warhol, nella seconda metà degli anni ‘60, profetizzò “nel futuro tutti avranno diritto a 15 minuti di celebrità”, probabilmente non immaginava una quotidianità nella quale esercitare il “protagonismo” h24. Forse sarebbe rimasto affascinato dall’universo sensoriale di esternazioni e autoscatti che ci vede quotidianamente tutti in vetrina. Chissà se avrebbe apprezzato un mondo nel quale a nessuno interessa più il ruolo di semplice spettatore, in cui i titoli vengono consumati al posto delle notizie, dove i segni vengono utilizzati svuotati del loro significato storico.
In un mondo di star h24 pronte a mettersi in mostra sulla glassa dell’indifferenza, i giovani protagonisti di questa canzone domandano, tra cocci di bottiglie, “chiedimi come stai”.
Ma anche, con cinica lucidità: “chiedimi o no che fa lo stesso”.
COVER SINGOLO SUBSONICA Bottiglie_Rotte
Il brano anticipa il nuovo album 8, disco manifesto, che vede Samuel, Max Casacci, Boosta, Ninja e Vicio tornare insieme dopo 4 anni per l’ottavo lavoro di inediti che verrà pubblicato venerdì 12 ottobre.

Questa la tracklist della versione standard:
Jolly Roger
L’incubo feat. Willie Peyote
Punto critico
Fenice
Respirare
Bottiglie rotte
Le onde
L’incredibile performance di un uomo morto
Nuove radici
Cieli in fiamme
La bontà

Di seguito il calendario e i dettagli delle date live italiane:
Pre-sale Ticketone da venerdì 7 settembre alle ore 20.00
Biglietti in vendita su Ticketone.it da lunedì 10 settembre 2018 alle ore 10.00 e in tutti i punti vendita Ticketone da mercoledì 12 settembre 2018

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Apertura Porte: ore 18:30
Inizio Show: ore 21

9 febbraio 2019 – Ancona, Palaprometeo
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Tribuna Frontale Numerata: 40,00 € + d.p.
I Anello Numerato: 35,00 € + d.p.
II Anello Non Numerato: 30,00 € + d.p.

11 febbraio 2019 – Bologna, Unipol Arena
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Tribuna Sud Numerata: 35,00 € + d.p.
Gradinata Ovest Numerata 35,00 € + d.p.
Gradinata Est Numerata: 35,00 € + d.p.

12 febbraio 2019 – Padova, Kioene Arena
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Tribuna Frontale Numerata: 40,00 € + d.p.
Tribuna Laterale: 35,00 € + d.p.

14 febbraio 2019 – Torino, Pala Alpitour
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
I Anello Gold Numerato: 45,00 € + d.p.
I Anello Numerato: 35,00 € + d.p.
II Anello Numerato: 30,00 € + d.p.

16 febbraio 2019 – Genova, RDS Stadium
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Parterre Est Numerato 40,00 € + d.p.
Tribuna Nord e Sud Numerata: 40,00 € + d.p.
Tribuna Est I Settore Numerato: 35,00 € + d.p.
Tribuna Est II Settore Numerato: 30,00 € + d.p.

18 febbraio 2019 – Milano, Mediolanum Forum
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Tribuna Gold Numerata: 40,00 € + d.p.
Tribuna A Numerata: 40,00 € + d.p.
Anello B Numerato: 35,00 € + d.p.
Anello C Numerato: 30,00 € + d.p.

21 febbraio 2019 – Roma, Palalottomatica
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Primo Anello Numerato: 40,00 € + d.p.
Secondo Anello Numerato: 35,00 € + d.p.
Terzo Anello Numerato: 30,00 € + d.p.

23 febbraio 2019 – Firenze, Mandela Forum
Parterre in Piedi: 30,00 € + d.p.
Primo Settore Numerato: 40,00 € + d.p.
Secondo Settore Numerato: 35,00 € + d.p.
Terzo Settore Numerato: 30,00 € + d.p.

Mannarino: il 25 luglio gran finale live a Rock In Roma

MANNARINO
Dopo il successo dei due tour che hanno seguito l’uscita dell’album Apriti cielo, registrando oltre 150mila presenze, e dopo le recenti vittorie del Premio De André e del Premio Giovani di Collisioni, Mannarino si prepara all’ultimo appuntamento live in programma mercoledì 25 luglio a Rock In Roma all’Ippodromo Delle Capannelle, che avrà il sapore di una grande festa di “arrivederci”, prima di una pausa dedicata a nuovi progetti e alla scrittura del prossimo album.
Un’ultima festa che vedrà Mannarino sul palco accompagnato da una band che riunirà i suoi musicisti per ricreare quel fronte sonoro che ha reso preziose le esperienze dei tour “Apriti Cielo Tour”, “RomaRio” e “L’Impero Crollerà”.

In scaletta, per la prima volta, ci sarà anche Ultra Pharum, il brano pubblicato a marzo e scritto a quattro mani insieme a Samuel, voce dei Subsonica, che salirà sul palco di Rock In Roma.

L’apertura sarà affidata ai Mistura Maneira, un carovana di percussionisti ispirati ai “batuqueiros” brasiliani, che sfileranno tra il pubblico.

Il concerto sarà trasmesso in diretta sulle frequenze di RaiRadio2 in una puntata speciale di “Radio2 Live”, condotta da Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini.

Apertura Porte: 18.00
Inizio Concerto: 21.45
Prezzi: posto unico €25,00 + €3,75 diritti di prevendita / posto unico ridotto (disoccupati e studenti): €10,00 + €1,50 diritti di prevendita (in vendita solo nei punti vendita)

Prevendite autorizzate:
Ticketone – www.ticketone.it
www.Rockinroma.com
Box office Lazio – www.boxofficelazio.it
Etes – www.etes.it

Subsonica: il nuovo album esce il 12 ottobre. A dicembre tour europeo

O47A3973
I Subsonica annunciano ai terrestri in ascolto 8, il nuovo disco di inediti che uscirà venerdì 12 ottobre per Sony.

Ma per la band torinese non è tutto: dal 4 al 19 dicembre i Subsonica saranno infatti protagonisti di European reBoot2018, un tour in Europa sui palchi di 9 città: Amsterdam, Londra (dove hanno recentemente lavorato al disco con l’ingegnere del suono Marta Salogni, già engineer dell’ultimo album di Bjork), Dublino, Zurigo, Parigi, Bruxelles, Colonia, Berlino, Monaco.

“Da più di 20 anni la geografia sonora dei nostri orientamenti è l’Europa. Oggi che riavviamo i motori per l’ottavo viaggio, desideriamo ripartire -anche idealmente- da questo grande luogo che continua ad allargare e a restringere i suoi confini. Senza il suono tecnologico e meticcio della Londra degli anni ’90, senza l’elettronica tedesca, la Parigi ironica e groovosa del french funk, i colori delle street parade di Zurigo, gli inaspettati echi africani del Matongé di Bruxelles proprio nel cuore dell’Europa; senza la leggendaria Amsterdam con la storica sala del Melkveg e in questo giro anche l’Irlanda, la nostra italianità musicale oggi avrebbe molti meno elementi di confronto e di stimolo. È anche bella l’idea di ripartire, insieme dopo una lunga pausa, con il pensiero di intraprendere un viaggio vero. Non solo una bella serie di concerti”.

L’annuncio del nuovo album, iniziato con un SUBmessaggio dal sito e con vari countdown via social, ha messo in gioco le qualità matematiche dei fan della band che da giorni stanno risolvendo vari enigmi e codici che compongono le otto cifre della attesissima data di uscita che finalmente è decodificata: 12.10.2018.

Questo il calendario del tour:
4 dicembre – Amsterdam, Melkweg
6 dicembre – Dublino, The Button Factory
9 dicembre – Londra, 02 Shepherd’s Bush Empire
11 dicembre – Zurigo, Volkhaus
12 dicembre – Parigi, Trabendo
15 dicembre – Bruxelles, VK
17 dicembre – Colonia, Kantine
18 dicembre – Berlino, Huxkley’s
19 dicembre – Monaco di Baviera, Muffathalle

Rock Targato Italia: aperte le iscrizioni della XXXI edizione

unnamed (13)
Rock Targato Italia
è un contest dedicato ad artisti emergenti che propongono musica propria di qualità. Il concorso ha contribuito negli anni al successo di grandi nomi della scena musicale italiana, tra cui Timoria, Marlene Kuntz, Subsonica, Estra, Le Vibrazioni.

Il contest è giunto quest’anno alla sua XXXI edizione e sono già aperte le iscrizioni sul sito www.rocktargatoitalia.eu.

Rock Targato Italia è una grande comunità di musicisti e appassionati del settore, sostenuta dall’Ufficio Stampa Divinazione Milano che offre un servizio di promozione e comunicazione, con la quale collaborano produttori, discografici, gestori di locali, radio, blog e giornali.

I partecipanti avranno la possibilità di esibirsi nei locali live e vincere una campagna promozionale dedicata al loro progetto musicale, per far conoscere la propria musica.

Il regolamento del concorso è disponibile sul sito ufficiale di Rock Targato Italia a questo link.

Per conoscere le diverse attività (concerti, eventi culturali, promozioni discografiche), e rimanere informato e aggiornato, è possibile inviare una mail all’indirizzo: info@rocktargatoitalia.it.

#MUSICANUOVA: Emma, L'isola

Cover singolo_L'Isola_EMMA
Eccolo, il primo grande colpo sparato dal 2018: il ritorno di Emma con L’isola, singolo che anticipa il suo sesto album di inediti, Essere qui.

Scritto da Roberto Angelini, Gigi Canu e Marco Baroni dei Planet Funk, il brano vanta, tra le altre, la partecipazione di Enrico “Ninja” Matta dei Subsonica alla batteria e Paul Turner dei Jamiroquai al basso.
Con uno spesso tessuto elettronico che rimanda a memorie moroderiane, al primo ascolto il singolo sembra suggerire un bel passo avanti nella ricerca sonora e nei testi.

BITS-REPORT: Samuel, un folletto all'Alcatraz. Milano, 28 novembre 2017

SAMUEL 8 X WP
Samuel
la popstar, Samuel il piacione, Samuel il folletto col cappello, Samuel dei Subsonica, Samuel il cantante con la voce che non tradisce. Dieci, cento, mille volti di Samuel.

Il leader dei Subsonica ha voluto provare a fare da solo, e l’esperimento gli è riuscito piuttosto bene.
Non solo ha calcato il palco di Sanremo con buonissimi riscontri, non solo ha pubblicato un album – Il codice della bellezza – tra i migliori esempi di elettropop italiano d’autore attualmente in circolazione, ma è anche andato in tour e sul palco ha dimostrato di saperci stare benissimo.
L’occasione che ho avuto di vederlo è stata all’Alcatraz di Milano, il 28 novembre, una tappa inizialmente neanche prevista in calendario, ma aggiunta in seguito perché insomma, lasciar fuori Milano proprio no!
SAMUEL 12 X WP
Tenere in piedi un concerto con un solo album solista all’attivo era un po’ difficile, lui lo sapeva bene, e per questo tra un brano nuovo e l’altro ha riempito la serata con pezzi scritti per altri artisti (Costa poco), qualche cover (Ho difeso il mio amore) e poi beh, qualcosa dei suoi Subsonica ovviamente. Ma siccome era “volgare” rifare i pezzi celebri da solo, ecco che Samuel alterna pianoforte e chitarra e ripropone quattro brani davvero suoi, quelli che più gli appartengono della discografia del gruppo: Dentro i miei vuoti, Dormi, Lasciati, e poi Momenti di noia
La serata scivola via tra atmosfere pulsanti di beat, sintetizzatori addomesticati al pop e qualche momento di candore puro, come quando arriva il turno di La luna piena, una di quelle canzoni che si meriterebbero il posto di classicone. Alla fine, due ore piene di live saltano fuori.
Il folletto Samuel balla, saltella, gigioneggia con il suo pubblico e canta senza mai un momento di esitazione. Il palco pare il suo habitat naturale, probabilmente lo è, anche senza i suoi fidi compagni.
Ma la storia dei Subsonica non è finita qua: il gruppo sta lavorando al nuovo album. Lo ha detto proprio lui.
La gallery della serata è disponibile a questo link (foto di Luca Marenda).

Mauro Ermanno Giovanardi rende omaggio alla musica italiana degli anni ’90

04 Mauro Ermanno Giovanardi_foto di Silva Rotelli
Mauro Ermanno Giovanardi
pubblica il 22 settembre La Mia Generazione, un nuovo album con cui racconta la stagione musicale degli anni ’90, quando, sia l’industria discografica che il pubblico recepì il messaggio che l’idea di un rock cantato finalmente italiano, originale, libero da imitazioni di omologhe esperienze straniere, non fosse più un’eresia ma una realtà.

Nel disco Giovanardi rilegge alcuni brani storici di Afterhours, Marlene Kunz, Subsonica, Neffa, Casinò Royal e altri, accompagnandosi anche ad alcuni protagonisti di quella stagione, evitando qualunque però accenni nostalgici a quei tempi.

“L’idea che mi girava in testa da un po’ di tempo, era quella di rileggere la scena musicale degli anni ’90. Una stagione irripetibile in cui un gruppo di musicisti, me compreso, dopo aver vissuto e imitato certi modelli stranieri, perlopiù anglofoni, ha sentito che era arrivato il momento di parlare al pubblico nella nostra lingua. Che era necessario farsi capire. Scrivere in italiano ed essere credibili. Fu un momento importantissimo, una congiunzione astrale davvero unica. Cambiò tutto nel giro di pochi mesi. C’era la voglia di cercare un dialogo più forte con il pubblico e di affrancarsi da certi cliché. Le major intuirono che valeva la pena investire in questo sottobosco musicale che era davvero maturato perché i nostri messaggi potevano arrivare a un pubblico più vasto e soprattutto pronto: tutto questo creò un effetto deflagrante. Da qualche centinaio di persone, in brevissimo tempo diventarono migliaia che cantavano insieme a noi le nostre paure e i nostri sogni. Un’esperienza pazzesca”.
Cover La mia generazione_Giovanardi
Questa la track list:
Aspettando il sole (Neffa e i Messaggeri della Dopa)

Lieve (Marlene Kuntz) 
Huomini (Ritmo Tribale) 
Non è per sempre (Afterhours)
Cose difficili (Casinò Royale) 
Baby Dull (Üstmamò) 
Forma e sostanza (C.S.I.) 
Lasciati (Subsonica)
Cieli neri (Blu Vertigo) 
Corto Maltese  (Mau Mau) 
Stelle buone (C. Donà) 
Nera signora (La Crus) 
Il primo Dio (Massimo Volume) 

Samuel: parte a maggio "Il codice della bellezza Tour"

samuel
Arriva il primo tour da solista di Samuel che dopo le quattro speciali anteprime live di Torino (doppia data), Milano e Roma, partirà con il Il codice della bellezza Tour il 7 luglio dall’ Albori Festival (BS), per poi proseguire tutta l’estate con una serie di live che si inseriscono nelle line up dei Festival più importanti d’Italia

Il live sarà costruito utilizzando i brani dell’album e alcune canzoni che Samuel ha scritto con altri artisti negli anni passati e non mancherà anche una piccola parentesi acustica legata alla sua scrittura con i Subsonica.
I biglietti sono gà disponibili.
Info su www.bpmconcerti.com

Queste le date:
11 maggio – Torino – Hiroshima Mon Amour – SOLD OUT
12 maggio – Torino – Hiroshima Mon Amour – SOLD OUT
18 maggio – Milano – Alcatraz
27 giugno – Roma Postepay Sound Rock in Roma
7 luglio – Paratico (BS) – Albori Festival
8 luglio – Genova – Goa Boa festival
15 luglio – Collegno (TO) – Flowers Festival
13 agosto – Santa Cesarea Terme (LE) – Cube Festival
31 agosto – Mantova – Mantova Arte e Musica
1 settembre – Treviso – Home Festival